Menu:

Ultime notizie:

Dicembre, 2014:
La collana I Cento Talleri si arricchisce di due nuovi titoli ca catalogo. Sono stati pubblicati 1) Nietzsche profeta della Scienza di Rosanna Oliveri (prefazione di Sossio Giametta) e 2) In Principio fu la Pubblicità. Critica della Ragione Pubblicitaria di Marco Maggio (Prefazione di Diego Fusaro, Postfazione di Maria Angela Polesana).
Buona lettura!

Approfondisci...

Informazioni:

I «Cento Talleri» è la collana filosofica della casa editrice “Il Prato” di Padova. La collana, nata nel 2005 dalla collaborazione dei due siti Filosofico.net e Portalefilosofia .com, è diretta da Diego Fusaro.

Links:

- Il Prato
- Filosofico.net
- PortaleFilosofia

Ultimo aggiornamento
(Gennaio 2015)

Offerta didattica

I Cento Talleri, frutto della proficua colloborazione tra due dei siti filosofici più conosciuti in italia, nascono con un triplice obiettivo: dare spazio a filosofi e tematiche che stanno "a margine"; proporre testi chiari e al contempo criticamente validi; bussare alla porta degli studenti, anche giovani, che si stanno avvicinando al mondo della Filosofia.
Se per soddisfare i primi due punti il lavoro è stato a monte, alla "scrivania", il terzo punto dovrà al contrario sbocciare e divenire attuale ora, a pubblicazione avvenuta. In Italia si legge poco, troppo poco - ma questo è noto ed è quindi inutile ripetere la solita litania. I motivi, come è ovvio, sono molteplici: la velocità del mondo contemporaneo, la disaffezione per il "vecchio", il dominio dell'apparire, la scarsità di tempo, e se ne potrebbero elencare orde d'altri.
Per altro verso la volontà, la voglia di discutere l'un l'altro, su questioni più o meno elevate, non è per forza in diminuzione; oggi più che mai fioriscono talk show televisivi nei quali si discute insieme, a volte si litiga ma, cosa importante, ci si confronta. Eppure in essi c'é qualcosa che non va: manca profondità di pensiero, manca della "legna da ardere" nel fuoco della discussione; sono dibattiti sterili, viziati da pregiudizi e povertà culturale. Manca la capacità critica (unione sia di una metodologia che di un bagaglio culturale) che permettere di inserire la marcia in discussioni che altrimenti girerebbero a vuoto, non portando da nessuna parte.
Si è detto che la voglia di interattività con "l'altro" c'é. Si è detto che lettura riscuote pochi consensi. Non v'é forse un legame tra questi due asserti? Noi crediamo che troppo spesso il libro venga percepito come muto, non ne venga capita la dimensione dialogica; questo, palesemente falso per chi è già bibliofilo, è considerato pacifico tra i giovani e i giovanissimi. Dunque non si tratta tanto di dare libri in mano ai giovani, quanto di far parlare i giovani coi libri. In questa prospettiva, e con l'ausilio delle nuove tecnologie (strumento utilissimo che non deve essere scambiato per un fine), si colloca la nostra iniziativa: promuovere la diffusione dei nostri libri nelle scuole e contemporaneamente fornire agli studenti uno spazio di discussione nel quale possano formulare argomentazioni, porre quesiti, confrontarsi sia tra di loro sia con gli autori e i curatori dei testi che stanno leggendo.
Sicché, rivolgendoci a tutti i docenti, proponiamo di fornire i libri pubblicati nella collana I CENTO TALLERI, ad un prezzo ancora più vantaggioso di quello di copertina, a classi di scuola media superiore; per esse sarà predisposta una piattaforma web, un forum, entro il quale i ragazzi, dopo e durante la lettura, potranno discutere fra loro; e, per un tempo concordato, formulare domande direttamente all'autore/curatore, che provvederà ad instaurare un dialogo sulle tematiche proposte.
Per qualsiasi informazione su questa iniziativa potete scrivere all'indirizzo email.